PROF. PATRIZIO COLANERI Department of Electronics, Information and Bioengineering (DEIB)
  • MODELS
  • EPIDEMIOLOGY

A new study, which has been published in the scientific journal Nature Medicine, proposes an evolution of the analysis model used for the COVID-19 epidemic, containment measures applied in Italy and future scenarios. Study participants included Politecnico di Milano, in the person of Professor Patrizio Colaneri from the Department of Electronics, Information and Bioengineering, along with researchers from Policlinico San Matteo in Pavia and the universities of Trento, Udine and Pavia. The proposed model aims to predict the course of the epidemic in order to plan an effective control strategy. It looks at eight stages of infection, giving rise to the model name of SIDARTHE. Distinguishing between diagnosed e non-diagnosed cases has highlighted a distortion in disease statistics. The execution of an insufficient number of tests has underestimated the transmission speed and overestimated the death rate. Study results suggest that imposing strong social distancing measures is urgent, necessary, and effective: the sooner the lockdown, the better the effect achieved. Model results confirm the advantages of mass testing whenever structures are available. Along with strict isolation policies, efforts must be focused on developing more effective therapeutic strategies for fighting COVID-19.

Read the publication | Polimi.it | Deib.Polimi.it


VERSIONE ITALIANA
È stato pubblicato sulla rivista scientifica Nature Medicine un nuovo studio che propone un’evoluzione del modello di analisi dell’epidemia di COVID-19, delle misure di restrizione applicate in Italia e degli scenari futuri. Ha partecipato allo studio il Politecnico di Milano, con il professor Patrizio Colaneri, del Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria, assieme a ricercatori del Policlinico San Matteo di Pavia e delle Università di Trento, di Udine e di Pavia. Il modello proposto intende predire il corso dell’epidemia per pianificare una strategia di controllo efficace. Vengono considerati otto stadi di infezione: da qui il nome del modello, SIDARTHE. Distinguere tra casi diagnosticati e non diagnosticati ha evidenziato una distorsione nelle statistiche sulla malattia. L’esecuzione di un numero insufficiente di test, infatti, sottostima la velocità di trasmissione e sovrastima il tasso di mortalità. I risultati dello studio suggeriscono che applicare misure di distanziamento sociale forti è urgente, necessario ed efficace: prima viene applicato il blocco, più forte è l’effetto ottenuto. I risultati del modello confermano anche i vantaggi dei test di massa, ogniqualvolta siano disponibili strutture. Nonostante le rigide politiche di isolamento, gli sforzi dovrebbero essere focalizzati sullo sviluppo di strategie terapeutiche più efficaci per combattere il COVID-19.

Leggi la pubblicazione su Nature Medicine | Polimi.it | Deib.Polimi.it

Questo sito utilizza i cookies per le statistiche e per agevolare la navigazione nelle pagine del sito e delle applicazioni web. Maggiori informazioni sono disponibili alla pagina dell'informativa sulla privacy

Accetto